1614 - Transito di Padre Camillo - 2014

400 Anni di Gloria

 

Abstract

Il prossimo 14 luglio si chiude l'Anno Giubilare del «IV° Centenario della Morte di San Camillo», e noi proponiamo alcune riflessioni che ne possano in breve spazio dare una pallida visione della Gloria immensa che questo Gigante della Carità, dal Venerabile Pio XII definito «insuperato atleta di virtù Cristiane, divenuto spettacolo al mondo, agli angeli, agli uomini» nella Lettera al Superiore Generale in occasione del II° Centenario della Canonizzazione nel 1946, ha dato testimonianza e nei secoli si pone quale eccezionale «Modello di Santità» a tutto il mondo

Brevemente questi i "punti" riassuntivi:

1. Due visioni a pie anime riconducibili a quella carità esercitata per 40 anni convinto che «nei poveri e infermi miriamo la persona dell’istesso Cristo, e che questi poverelli e infermi ai quali noi serviamo, ci faranno un giorno vedere la faccia di Dio».

2. La decisione di ritirarsi dalla guida della sua Compagnia non per problema economico finanziario sottolineati dallo storico contemporaneo Cicatelli, ma da profonda motivazione esistenziale perché con pace dell’anima prepararsi nell'ultimo tratto del suo pellegrinaggio terrenp in modo degno da Presentarsi al Suo Signore.

3. La richiesta di ricevere i Sacramenti del S. Viatico e dell'Estrema Unzione nella Festa della Visitazione, in quel tempo designata al 2 di luglio, momento di forte rilevanza biblica del primo annuncio al mondo che l'Incarnazione del Verbo aveva avviato la Redenzione, e l'affidamento totale al Sangue Prezioso di Cristo.

4. Ed infine il commovente dialogo dell'ultimo saluto dai suoi religiosi, e la serenità del transito «con volto allegro, e con gli occhi verso il Cielo, senza alcun horrore, ò altra trasformatione di viso, che pareva più tosto risplendesse, andò à reficiarsi in Cielo, rendendo l’anima al suo creatore...»

 

** Per accedere al testo completo qui...

*** Lettera del Venerabile Pio XII per il «2° Centenario della Canonizzazione» al Superiore Generale dei Camilliani del 12 maggio 1946

*** Inizio dell'Anno Giubilare cone le parole di Papa Francesco all'Angelus di Domenica 14 Luglio 2013