San Camillo
il gigante buono... un santo diverso...

Con la mediazione di P. Rosario Messina, Superiore della Provincia Camilliana “Sicula-Napoletana”, l’«Associazione S. Camillo di San Giovanni Rotondo» gentilmente ci concede di mettere on-line questo video.

La finalità dell’Associazione è mantenere vivo la «memoria» di quanto avvenne quel 2 febbraio 1575 sul “tratturo” della pietraia garganica in discesa verso Manfredonia, dove il giovane sbandato Camillo de Lellis incontrò Dio nel suo cuore, e Lo andò ricercando nei volti e nelle membra doloranti d’ogni malato che incontrava.

Collabora attivamente con i Camilliani della “Sicula-Napoletana” che da qualche anno hanno una Comunità “in loco”.

Nel racconto di Padre Rosario accanto al fuoco, quel giovane bucchianichese rivive e fa intuire le alte vette della Carità che ha raggiunto, Testimone Gigante dell’Amore di Dio Misericordioso per l’Uomo “infirmus”.

Da quella pietraia, dove tutto ebbe inizio quel mattino, CAMILLO proclama ancora oggi, passando per i media, il suo messaggio d’Amore per l’Umanità sofferente. (fpr)

 

==>> click