Apertura in Bucchianico dell'Anno Giubilare del
« 400° del Transito di San Camillo »

«Il 23 ottobre 2012 la Consulta, formata da Padre Renato Salvatore, Padre Jesus M. Ruiz Irigoyen, Padre Paolo Guarise, Fratel Luca Perletti e Padre Babychan Pazhanilath ha firmato a Roma il documento che  sancisce l’apertura dell’Anno Giubilare a Bucchianico, il paese natale del Santo Fondatore, il 14 luglio 2013:

 

"Con questa lettera vi annunciamo che il 14 luglio del 2013 in Bucchianico avrà inizio l'anno celebrativo del IV centenario della nascita al cielo del nostro Fondatore San Camillo de Lellis. Le celebrazioni si concluderanno, invece, a Roma l'anno successivo nella data della sua morte…

Noi siamo parte di questa "pianticella" voluta da Dio, trasmessa a noi da San Camillo, riconosciuta dalla Chiesa e che annovera una numerosa schiera di religiosi che, per amore di Dio, hanno donato la propria vita nell'assistenza dei malati. Questa lunga e affascinante storia ci appartiene: riconsiderarla, ripartendo dalle origini, ci spronerà a percorrere ulteriori passi nella nostra conformazione a Cristo, Buon Samaritano, Medico delle anime e dei corpi…

Sarà un anno ricco di grazia se sapremo viverlo con il giusto atteggiamento ed un torte coinvolgimento personale e comunitario. Per questa intenzione chiediamo l'intercessione di Maria, Regina di noi Ministri degli Infermi e Salute dei malati."»

Questo l'annuncio ufficiale che leggiamo sul sito web del "Comitato Centrale 400°".

E Bucchianico, che da quattrocento anni custodisce gelosamente il MESSAGGIO del suo GIGANTE della CARITA', dai suoi Religiosi sempre tenuto vivo anche nei momenti di tempesta politica innescata dal passaggio della prepotenza napoleonica, ne è fortemente e giustamente orgogliosa della concessione di questo privilegio, e ringrazia commossa il vertice dell'Ordine Camilliano.

Per narrare in breve l'idillio tra Bucchianico e i Camilliani in questi 400 anni, vi offriamo la lettura di un "saggio" pubblicato sulla rivista ufficiale dell'Ordine Camilliano, che nel titolo fa intuire il contenuto: E la "PIAZZA" racconta ancora...

Di questo è stato scritto:

«La periferia diventa centro quando è intrisa di carità.
L'Autore presenta la piazza di Bucchianico come luogo senza tempo che evoca ricordi e muove alla testimonianza di vita. Indica Bucchianico come "Polo preferenziale, da offrire ai Pellegrini della grande e allargata Famiglia Camilliana che si metteranno in cammino verso i Luoghi Sacri di Padre Camillo" a motivo "non solo della nascita, ma pur anche per i meravigliosi portenti operati dal N.S.P. Camillo in questo luogo da lui prediletto".
Un "polo periferico" importante e privilegiato forse più dei "luoghi sacri camilliani di Roma" - gli Ospedali del S. Giacomo degli Incurabili e del Santo Spirito in Sassia -, oramai "a da museo" che "a stento ne interpretano la memoria".
In ultimo ma non per ultimo, sottolinea la responsabilità di non far trasformare i "luoghi sacri" in "rifugi per gabbiani" o in " uso e consumo degli amici degli amici"»
(Prof. Palma Sgreccia, Camillianum, Roma)

E la gloriosa "Corsia Sistina" dell'Ospedale Santo Spirito di Roma, che per 40 anni ha visto la Carità leggendaria di Padre Camillo,  da luogo prestigioso è oggi destinato a incontri profani e perfino a sfilate di modelle !!!...  click>

 

** E la "PIAZZA" racconta ancora...

** And the ‘Square’ Tells a Story Again