Nella Solennità di PENTECOSTE i Camilliani di Bucchianico hanno ricordato il «47° Anniversario del Pio Transito di Nicola D'Onofrio», giovane studente camilliano, avvenuto la sera del 12 giugno 1964 nello Studentato Camilliano Romano di "Villa Sacra Famiglia" in Roma.

Il Parroco, P. Vincenzo Castaldo, ha fatto uno speciale riferimento nella S. Messa della sera celebrata nella Parrocchia "S. Michele Arcangelo", più comunemente conosciuta come Chiesa di San Francesco, che sta dirimpetto al Santuario San Camillo dove nelle adiacenze della Cripta, che custodisce preziose Reliquie e ricordi del "Gigante della Carità", riposano le spoglie mortali del giovane camilliano Nicolino.

La felice coincidenza con la Celebrazione Liturgica che ci immerge nella «Memoria» del dono dello Spirito Santo alla Chiesa nascente, ha messo in rilievo l'opera di Dio nel giovane camilliano nativo della vicina Villamagna, portandolo alle vette sublimi di autentica amicizia con Lui. Una Divina Presenza nel percorso terreno di Nicolino, ben delineata come lo si costata nei suoi "Scritti", dei quali vi diamo "in calce" il link di accesso ad una pagina da leggere e meditare.

L'esperienza di Dio che Nicolino ha fatto nel breve cammino terreno di 21 anni fa breccia nei cuori e nelle menti, particolarmente dei giovani e fin dal primo anno dopo la sua morte. Dalla sua biografia "Una vita Donata" ecco una eloquente testimonianza:

«Da Malta il francescano P. Mariano scrisse il 2 maggio 1965 “…voglio innanzitutto porgere i miei più fervidi ringraziamenti al Reverendo P. Andrea Cardone per aver scritto il prezioso volumetto Quando l’Amore prega. L’ho letto già per ben due volte e intendo rileggerlo.

Durante due ritiri che tenni due settimane fa avevo parlato a lungo del Chierico Nicola. I ritiranti erano giovani operai, i quali mi avevano poi chiesto di dedicare l’ultima predica del ritiro alla figura e alla spiritualità di Nicola.

Ho parlato di lui anche ai nostri Studenti, leggendo loro interi brani del libro. Sabato prossimo, a Dio piacendo, terrò una conferenza ad un gruppo di giovani nella nostra Casa di Ritiro e farò del mio meglio per far loro conoscere la simpatica e santa figura del Giovane Camilliano.

Tante grazie! Le prometto di far conoscere la vita del Piccolo Camilliano a tutti coloro coi quali avrò l’occasione d’incontrarmi durante il mio ministero sacerdotale e specialmente quello della parola. Pace e Bene!”»

E continua e si espande.... sono tante le lettere e le E-Mail che giungono specialmente da giovani che stanno preparandosi al Sacerdozio e che lo propongono come modello. Una breve selezione la si può consultare cliccando qui di seguito.

Alla Celebrazione Eucaristica era presente il fratello Tommaso con la sposa Chiarina, con parenti ed amici e fedeli di Bucchianico e di Villamagna. Al termine tutti si sono portati nella Cripta del Santuario per il tradizionale “Omaggio floreale” e la recita della preghiera alla SS.ma Trinità perché quanto prima S. Madre Chiesa lo giudichi degno che è un “modello” da proporre a tutto il Popolo di Dio. La sua "Positio" è dal settembre 2010 nelle mani del Cardinale Prefetto della "Congregazione delle Cause dei Santi". Attendiamo con fiducia qualche segnale di attenzione ad essa, guardando con fiducia al 2014 che celebrerà il "IV° Centenario della morte di San Camillo" con la ferma speranza di vederlo in posizione eminente accanto al Santo Padre Fondatore nel suo «50° di Transito da questa terra al Cielo» !!! Amen....

 

*** Dagli scritti di Nicolino - click

*** Video della Celebrazione - click

*** Giovani Seminaristi - click