ROMA - "VILLA SACRA FAMIGLIA"

La Solenne Celebrazione Liturgica in memoria del “Pio Transito del Servo di Dio Nicola D’Onofrio”, giovane studente Camilliano «tornato alla Casa del Padre il 12 giugno 1964», quest’anno è slittata al sabato 15 giugno per offrire a quanti venivano da lontano, intuibili agevolazioni che offre il giorno a fine settimana.

E così è stato per Amici ed Estimatori del nostro giovane confratello per quanti sono venuti dall’Abruzzo, da Napoli, dalle marche, dal Reatino e da varie località del Lazio.

Alle ore 17:00 l’inizio della Concelebrazione Eucaristica presieduta dal Superiore Generale dei Camilliani, P. Renato Salvatore, di recente confermato alla guida dell’Ordine di San Camillo per un altro sessennio.

Presente il fratello del “Servo di Dio”, Tommaso con la sposa Chiarina e le figliole Nicoletta e Virginia, con un manipolo di fedeli amici di Bucchianico che li accompagnano ormai da oltre un decennio.

Affollata presenza di Religiose di Congregazioni del vicinato, e di quelle che a vario titolo sono legate con il carisma camilliano: le Ministre degli Infermi, le Ancelle dell’Incarnazione, e le Figlie di San Camillo con circa 30 Religiose.

Con il Parroco P. Luigi Secchi, “Postulatore Generale dei Camilliani”, il “Coro” della Parrocchia S. Camillo di Roma e una folta rappresentanza della Confraternita della «Misericordia Roma-Centro» con il Governatore il Dr. Sbaraglia.

Il servizio liturgico all’Altare è stato svolto dai giovani studenti camilliani dello studentato romano, mentre con il Padre Generale hanno concelebrato Confratelli della Comunità di “Villa Sacra Famiglia”, della Provincia Romana, della Vice Provincia Burkinabé, della Casa Internazionale “Beato L. Rebuschini”, e rappresentanti della Vice Provincia del Benin. Presenti rappresentanti della Curia Generalizia Camilliana, e Fratel Carlo della Provincia Sicula-Napoletana, coordinatore della Casa di Formazione in Acireale che da qualche anno è intitolata al giovane “Servo di Dio”.

Accennando appena alla partecipazione di una giovanissima mamma, venuta di proposito da Napoli per vedere i “luoghi sacri” di quello che ormai sente «essere il suo grande amico», alla cui intercessione attribuisce l’intervento di Dio Padre Misericordioso di averla liberata da “quel male che non perdona”, possiamo tranquillamente affermare che è stato un ben partecipato “Memorial Day”, che trova nella Omelia dettata dal Superiore Generale la magistrale sintesi, e rivelazione, della emozione collettiva che ha travolto tutti i presenti, e che invitiamo a leggere interamente. --> click.

Galleria fotografica

 

BUCCHIANICO

La Comunità Camilliana del Santuario S. Camillo di Bucchianico, custode dei resti mortali del Servo di Dio Nicolino, nelle adiacenze della sua Cripta, ha celebrato l’Anniversario il 12 giugno, con una Concelebrazione Eucaristica alle ore 19:00 presieduta dal “Postulatore Generale” P. Luigi Secchi, proveniente da Roma con il P. Krzysztof Trebski, e con il Parroco della parrocchia S. Giuseppe di San Giovanni Rotondo con 40 Pellegrini, che provenienti da Roma dopo l’Udienza di Papa Francesco, ed aver restituito la visita a San Camillo, erano semplicemente di passaggio nella sua cittadella, ma che alla buona e bella notizia hanno deciso di unirsi alla Comunità dei Fedeli di Bucchianico.

In “fotocronaca” alcuni momenti dell’annuale evento. --> click

 

ACIREALE

In ricordo del “Pio Transito del Servo di Dio Nicola D’Onofrio”, nei primi Vespri del 12 giugno, il Vescovo di Acireale Mons. Antonino Raspanti, ha celebrato la Santa Messa alla presenza di circa 150 persone di cui tanti i giovani presenti. --> click

 Felix Pierre