12 Giugno 2015

Memorial del Pio Transito del

Venerabile Servo di Dio

NICOLINO D'ONOFRIO

 

 

La Celebrazione dell'annuale «Memoria del Pio Transito del Venerabile Servo di Dio NICOLINO» quest'anno avrà il momento più solenne Venerdì 12 giugno nel Santuario San Camillo di Bucchianico, che custodisce nella Cripta i suoi resti mortali in attesa della Risurrezione.

Il Rettore del Santuario, P. Krzysztof Trebski, da tempo ha dato avvio ad una articolata preparazione dell'evento atteso da Confratelli, dalle Comunità Ecclesiali di Bucchianico e Villamagna, ed anche se saranno uniti solamente in comunione di spirito, da Amici e Devoti che se ne contano in numero crescente non solo in Italia e in Europa, ma anche oltre Oceano e particolarmente in Chile e in tanti altri Paesi dell'America del Sud.

Ha risposto all'invito di Presiedere la Solenne Concelebrazione delle ore 19:00 nel Santuario, l'Ecc.mo Mons. Giuseppe Di Falco Vescovo em. di Sulmona-Valva, che fu il "Primo Parroco della Parrocchia S. Camillo di Chieti", e che può vantare la grande gioia e giusto orgoglio di essere stato Eletto Vescovo il 25 maggio 1985, e Consacrato il 14 luglio successivo, coincidenze storiche coincidenti con l'«Alfa e Omega» dell'esistenza terrena di San Camillo, ben note a quanti Lo conoscono.

Il Provinciale della Provincia Romana, P. Emilio Blasi, ha inviato ai Confratelli una "Lettera Invito" di pregnante contenuto spirituale ed entusiasmo dalla quale traiamo qualche suggestione fortemente coinvolgente, come il citare Papa Francesco che nell'approvare il "Decreto sulle Virtù" ha detto che il nostro Nicolino «visse eroicamente la sofferenza, unito alla croce di Cristo, invocando l’aiuto della Madre di Dio, del Santo Padre Camillo di cui si era fatto fedele seguace e di Santa Teresa del Bambino Gesù, sempre sereno e mai cadendo nella disperazione, attento a non creare disturbo a chi lo assisteva e sforzandosi di nascondere quanto più possibile la inevitabile maschera della sofferenza...»

E facendo riferimento alla partecipazione del Vescovo Mons. Di Falco, mette in evidenza la provvidenziale coincidenza dell' «Anno della Vita Consacrata» voluto da Papa Francesco, dicendosi certo che l'Ecc.mo Pastore offrirà ai nostri giovani Novizi e Studenti in formazione una densa riflessione incentrata su i modelli di San Camillo e Nicolino. E rimarcando il coinvolgimento che provoca questo "Anno di riflessione" voluto dal Santo Padre, sottolinea che la nostra Provincia Camilliana Romana considera "momenti speciali e di Grazia" sia il 12 giugno che la Domenica del 12 luglio successivo, quando - sempre a Bucchianico – un giovane confratello studente si consacrerà per sempre al Signore mediante la Professione Solenne, richiamando quanto Papa Francesco ha detto ai partecipanti al Raduno dei Formatori di consacrati e consacrate, promosso dalla Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica il giorno 11 aprile di quest'anno, riferito all'esperienza vissuta negli anni di formazione, che c’è grande libertà in una vita obbediente, grande fecondità in un cuore vergine, grande ricchezza nel non possedere nulla”.

Ed ancora, veramente di grande interesse e provocazione di coinvolgimento per tutti, Camilliani e Amici e Devoti del nostro VENERABILE giovane studente camilliano, l'accenno ad un evento dell’Anno Santo della Misericordia comunicato dall'Arcivescovo Mons. Rino Fisichella, che ci riguarda molto e molto da vicino: e cioè che “ il 12 giugno 2016 avremo il grande richiamo per tutti gli ammalati e le persone disabili e quanti si prendono cura di loro con amore e dedizione ”.

Felicissima e provvidenziale coincidenza del «Giubileo dei Malati e Operatori Sanitari» con il giorno "Memorial del Pio Transito" del nostro Venerabile Servo di Dio Nicolino d’Onofrio, irripetibile santa occasione che vista con gli occhi della fede, è un forte “input” che ci porta ben al di là di una semplice occasione e ci invita, partendo dal prossimo 12 giugno, ad attivare una immediata fase di studio e di preparazione di quel Grande Evento da viverlo nel Santuario di San Camillo di Bucchianico all’interno della nostra Famiglia Religiosa ma con grande condivisione con le Comunità delle Chiese locali di Bucchianico e Villamagna, mettendo a disposizione questo nostro "specifico servizio pastorale" a quanti ne sentono fortemente il richiamo di questo degnissimo figlio dell'Arcidiocesi Teatina.

La peculiarità del Santuario di Bucchianico, - Fondazione fortemente voluta da San Camillo e da 400 anni sempre rispettata dai suoi Religiosi -, è l'essere "Custode dei resti mortali del Venerabile", membra che nel pieno della giovinezza vennero drammaticamente colpite da sofferenza e che furono Tempio dello Spirito Santo e testimoni del suo amore al Cristo Crocifisso e alla sua Immacolata Madre. Il P. Provinciale Blasi mette in evidenza l'intimo e profondo legame col Santo Padre Camillo estraendo dal Diario di Nicolino questo passaggio: «A noi ci sono affidati i poveri infermi, le pupille di Dio. Che bellezza deve essere giungere alla sera stanchi di aver servito gli ammalati. San Camillo si inginocchiava all’ammalato chiedendo perdono delle proprie colpe. Un Padre mi diceva che per lui il miglior riposo era precisamente il conversare con gli ammalati. Deve essere proprio vero...».

Vi aspettiamo nella sera del 12 giugno 2015 in Bucchianico nella Casa voluta da San Camillo per ringraziarlo d'aver arruolato nella sua famiglia un giovane di così eroiche Virtù, come ha definito Papa Francesco che «visse eroicamente la sofferenza unito alla croce di Cristo, invocando l’aiuto della Madre di Dio, del Santo Padre Camillo di cui si era fatto fedele seguace e di Santa Teresa del Bambino Gesù...» (felix pierre)

 

 

Loreto 21 novembre 1962: per la Professione Religiosa di un giovane confratello Nicolino compose questa "Poesia Preghiera", che recentemente il Cantautore Alido Brufani l'ha rivestita di struggente melodia che merita veramente di essere ascoltata, perché tocca le corde intime della spiritualità di chi è sensibile di questa dimensione... - click

 

** Il Padre Rettore del Santuario San Camillo ha lanciato da tempo il "mini poster" del 12 Giugno 2015 ---click