12 giugno 2004

XL.mo Anniversario del Transito di

NICOLA D'ONOFRIO

giovane studente camilliano

Servo di Dio






Nei "Primi Vespri" della Festa del CORPUS DOMINI, sabato 12 giugno 2004, nella Chiesa di "Villa S. Famiglia" in Roma, con una Solenne Concelebrazione si è fatto memoria del "Santo Transito al Cielo" del giovane studente Camilliano NICOLA D'ONOFRIO, che in questa Comunità Camilliana concluse la sua vita terrena il 12 giugno 1964.

La provvidenziale coincidenza ha dato argomento al Rev.mo Superiore Generale dell'Ordine Camilliano, il P. Frank Monks, di richiamare il giorno della consacrazione perpetua del Servo di Dio nell'Ordine di San Camillo, con l'emissione dei "Voti Solenni" nella stessa Festa di giovedì 28 maggio 1964, mettendo magistralmente in risalto la profonda fede e comunione con Gesù Eucarestia, chiave di lettura del suo eccezionale cammino spirituale nel breve corso della sua vita terrena che tanto affascina chi si accostò a lui, e che in questi 40 anni continua a richiamare su di se l'attenzione di tanti e tanti fedeli, specialmente tra i membri giovani del "Popolo Santo di Dio", qui in Italia e oltre Oceano.

Con efficaci pennellate il Rev.mo P. Monks ha delineato un quadro vivo e convincente, attingendo da passi selezionati del suoi "Scritti" e da quello che è stato scritto di lui in più pubblicazioni estratto dalle testimonianze di chi lo ha conosciuto.

Il Superiore Generale lo ha conosciuto personalmente, e quindi è un testimone più che attendibile, e la Postulazione Generale dei Camilliani e i Religiosi della Provincia Romana lo ringraziano, ed affidano il suo "delicato servizio" di Moderatore Supremo dell'Ordine Camilliano anche a questo giovane frutto della "pianticella" di Camillo de Lellis, il Santo Gigante della Carità.

L'Emo Cardinale Segretario Angelo Sodano, su invito del Superiore Generale, aveva con piacere data la sua adesione a Presiedere la Solenne Concelebrazione commemorativa, - come è stato comunicato ad Amici e devoti del nostro Servo di Dio -, ma come è a tutti noto l'imprevista designazione di Rappresentare il S. Padre quale "Legato Pontificio" ai funerali del Presidente Regan, non lo ha permesso. Da questa pagina web vogliamo esprimere all'Emo Cardinale Sodano il nostro più vivo grazie per l'alto onore che ci ha resi di aver aderito all'invito, perfettamente consci che "Ubi maior minor cessat".

Hanno concelebrato oltre 40 Sacerdoti, Religiosi Camilliani e Sacerdoti Diocesani; un folto gruppo di Suore "Figlie di S. Camillo", Suore di "Nostra Signora" della Cappellania dove il Servo di Dio più volte ha frequentato come "Chierichetto", Suore Battistine con la Rev.ma Madre Generale, Suore di "Nostra Signora di Lourdes"; i "Chierichetti" del Santuario S. Camillo di Bucchianico con il Parroco camilliano P. Castaldo, che hanno prestato servizio all'Altare; Allievi della Scuola "Beato Luigi Tezza" dell'Ospedale "Beata Giuseppina Vannini" di Roma, e tanti Amici e Devoti di NICOLINO.
Da Bucchianico il Sindaco uscente P.I. Carlo Tracanna con Assessori Comunali e il Vice Sindaco Rag. Claudio De Luca di Villamagna con Assessori, e i Gonfaloni delle due Cittadine abruzzesi.

Ed ora qui di seguito una breve "fotocronaca" narra l'evento.

*** Accanto al titolo la foto di quel 28 maggio 1964
 
 

 

 
Accanto all'Altare l'immagine del Servo di Dio e il Gonfalone della sua nativa Villamagna
Il fratello Tommaso con la sposa Chiarina
Presiede il Rev.mo Superiore Generale . alla sua dx: P. Renato Salvatore Vicario Generale, P. Luigi Galvani Consultore Generale, P. Carlo Colafranceschi Superiore di "Villa S, Famiglia" - alla sua sn: P. Luigi Secchi Postulatore Generale, P. Albino Scalfino Provinciale della Romana, Mons. Luigi Storto amico dell'anno di Filosofia, Don Ernesto Frani Parroco di Villamagna, P. Vincenzo Castaldo Parroco di Bucchianico.
 
Il Canti sono stati eseguiti dal Coro del Centro Sanitario Camilliano di "Villa Immacolata" di S. Martino al Cimino
(Viterbo), i cui componenti sono Infermieri Professionali e Operatori di Riabilitazione nella detta struttura.

 

Al termine è seguita la visita alla "Camera" dove il Servo di Dio visse l'ultimo mese
e dove morì, con l'inaugurazione di un "Vetrina" con alcuni "Ricordi del Servo di Dio".
 

Ecco la "Vetrina dei Ricordi"...
 
 

Le scarpe chiodate da bambino e una piccola "spada giocattolo" conservate da Mamma Virginia e donate alla Postulazione Generale

 

Le medaglie indossate dal Servo di Dio che la Mamma ebbe dai Superiori in ricordo, e che Mamma Virginia poche ore prima di morire, - all'inizio del 1980 -, consegnò al Direttore del Santuario S. Camillo di Bucchianico del tempo per la Postulazione Generale dell'Ordine Camilliano. Nella cornice la fotorafia del momento dei "Primi Voti Religiosi".


 
da sn in diagonale: foto dei "Primi Voti" - le "tre medaglie": due dell'Immacolata e una del Santo Volto di Gesù - La Corona del S. Rosario che veniva consegnata nell'atto della "Vestizione Religiosa" - Il "biglietto dei propositi" - Il "Crocifisso" ricevuto nell'emissione dei "Primi Voti Religiosi"


16 giugno 2004
il Cardinale Camillo Ruini
nell'Aula della Conciliazione del Vicariato di Roma
chiude il
"PROCESSO CANONICO DIOCESANO"

Affollata l'Aula della Conciliazione di Amici e Devoti del Servo di Dio NICOLA D'ONOFRIO - Dalla sua natia Villamagna circa cento persone, e dal Paese natale di S. Camillo - Bucchianico -  dove riposano le sue spoglie mortali il Parroco P. Castaldo ha portato circa 150 persone. Numerose le "Figlie di S. Camillo" con Allievi delle Scuole II.PP., e molte Religiose di altre Congregazioni. Le presenze sono state stimate in circa 500 persone.
Dall'opera camilliana di S. Martino al Cimino (Viterbo) è tornato anche oggi il Coro degli Operatori Sanitari.
Il P. Luigi Secchi, Postulatore Generale, in attesa dell'arrivo del Cardinale Ruini, dà alcune informazioni sull'evento mettendo in risalto l'importanza dell'atto per il cammino verso l'Altare del nostro Servo di Dio.

 
 

 
Il Cardinale Ruini saluta il Vicario Generale dei Camilliani, P. Renato Salvatore, che rappresenta il P. Generale all'Estero in visita pastorale. Accanto il P. Albino Scalfino Superiore Provinciale, e Madre Serafina Della Porta Vicaria Generale delle "Figlie di S. Camillo"...
...poi passa a salutare il fratello del Servo di Dio, Tommaso, e via via tutta la prima fila.
 
Il Notaro Aggiunto Marcello Teramani da' lettura dei vari decreti durante tutta la celebrazione. Alla destra del Cardinale siede Mons. Gianfranco Bella Delegato Presidente del "Tribunale Diocesano", e alla sinistra il Promotore di Giustizia Mons. Giuseppe D'Alonzo, e l'Avvocato Notaro Giuseppe Gobbi.
Siedono in prima fila accanto ai Superiori dell'Ordine Camilliano i due nuovi Sindaci delle due cittadine Abruzzesi: il Dr. NICOLO' PAOLO ROSARIO di Villamagna, e il Dr. DI PAOLO MARIO ANTONIO di Bucchianico.

 
 
Il Card. Ruini legge la motivazione della positiva conclusione di questa prima fase alla quale è giunto il "Processo Diocesano", prima di chiudere i voluminosi contenitori che saranno poi trasferiti alla "Congregazione per le Cause dei Santi" in Vaticano.
Seguono poi le firme su i vari documenti.
 
Il Card. Ruini ringrazia i componenti del "Tribunale Diocesano" che hanno lavorato intensamente chiudendo in quattro anni esatti questa importante fase, ed esprime ancora un personale pensiero sulla figura del nostro Servo di Dio, indicandolo "modello" non solo per i Consacrati ma per tutti i Battezzati.
La rete cattolica di "TELEPACE" Lo intervista al termine prima che lasci l'Aula. Sulla sinistra Tommaso, il fratello del Servo di Dio.
Mons. Gianfranco Bella con i due Avvocati Notari e con il parroco di Bucchianico, P. Vincenzo Castaldo.
A lato della cattedra i Gonfaloni di Villamagna e di Bucchianico.
 
Ragazze di Bucchianico i famosi "Cesti infiorati" dellapluricentenaria "Sagra dei Banderesi", e i Ragazzi "Ministranti del Santuario" con il loro Stendardo.
Il Postulatore Generale P. Luigi Secchi prende in consegna i due "faldoni" sigillati, quale "Portitore" nominato dal Card. Camillo Ruini, che trasferirà e consegnerà alla "Congregazione per le Cause dei Santi" nei prossimi giorni.


BUCCHIANICO - Sabato 19 giugno
Le celebrazioni del 40.mo del Transito del Servo di Dio NICOLA D'ONOFRIO in Bucchianico, dove riposano le sue spoglie mortali nelle adiacenze della Cripta del Santuario S. Camillo, sono state celebrate nel tardo pomeriggio di sabato 19 giugno.
La Solenne Concelebrazione è stata presieduta dal M.R.P. Luigi Galvani, Consultore Generale dei Camilliani, in nome del Rev.mo P. Generale in visita pastorale alle Comunità Camilliane nel mondo.
Al termine tutti i Partecpanti si sono recati processionalmente alla Tomba per l'omaggio floreale e la preghiera.
Nel servizio fotografico di F. Santobuono una breve cronaca dell'evento.
 
 
Il fratello del Servo di Dio, Tommaso, con la sposa Chiarina presenti alla Celebrazione

VILLAMAGNA - Domenica 20 giugno
Il giorno seguente nella sua cittadina natale di Villamagna, confinante con Bucchianico, il Superiore Provinciale dei Camilliani di Roma, P. Albino Scalfino, - che fu grande amico di Nicolino -, ha presieduto la Concelebrazione nella Chiesa Parrocchiale dove il Servo di Dio fu battezzato e prestò servizio all'Altare fino al giorno del suo viaggio a Roma per entrare nello Scolasticato romano camilliano.
Per iniziativa del Parroco Don Ernesto Frani in questa ricorrenza anniversaria, è stata posta all'esterno della sua casa natale una artistica maiolica che ne tramanderà ai posteri la "buona novella" del primo passo compiuto il 16 giugno ultimo: la chiusura del "Processo Canonico Romano" a firma del Cardinale Camillo Ruini Vicario del Santo Padre per la Diocesi di Roma.
 

 

*** Servizio fotografico di F. Santobuono

Ed ora, cari Amici e Devoti, si continua con l'intensa preghiera
alla Santissima Trinità perché voglia dare quei "segni" che confermino
la Santità del nostro NICOLINO, come a noi poveri esseri mortali sembra.

E per questa prima fase del lungo cammino cantiamo

ALLELUIA ALLELUIA...
DEO GRATIAS....